Chi siamo Cascina Corte Grande

Chi Siamo

Cascina Corte Grande: un progetto nato dal cuore.
L’avventura, e la scommessa, iniziano nel 2007 con la progettazione e ristrutturazione di una cascina a vocazione risicola in parte eretta alla fine del 1700 ed in parte nella prima metà del 1800.
La cascina è sempre stata di proprietà della famiglia Porta. Dal mio bisnonno Aldo Giovanni Porta a mio nonno Aldo Giovanni, già Podestà di Semiana durante il Regime, sino a mio padre Aldo, medico cardiologo, ed infine a me, Mauro Porta che, forte della mia esperienza di antiquario e studioso di architettura, ne ho curata, con enormi sacrifici ma anche con determinazione, tenacia e amore, la quasi completa riedificazione.

Immagini storiche Semiana

La cascina, durante i tragici accadimenti del 1944-45, è stata utilizzata come base operativa dal comando tedesco della Wermacht per l’organizzazione di rappresaglie nelle zone limitrofe e come fureria e magazzino per le merci rubate ai latifondisti e contadini della Lomellina.

La Nostra Storia
Le attività principali all’interno della Corte erano riguardavano prevalentemente la conduzione dei campi per le colture di riso di concerto con le marcite e prati dedicati alla produzione di foraggi per il bestiame. Dal finire del primo conflitto mondiale, infatti, c’era stato un notevole incremento di allevamenti di mucche da carne e da latte, per quest’ultimo prodotto Corte Grande si allocava tra i maggiori produttori dell’epoca il cui nome bastava per indicare sia la qualità che la quantità della materia prima.
All’inizio della ristrutturazione erano ancora visibili le diverse piccole abitazioni, in parte conservate, ed i locali utilizzati dai mungitori e dai famei ovvero uomini addetti alla mungitura e alla cura di vacche e tori. Gli animali da cortile, ed i relativi allevamenti, erano prevalentemente destinati al cibo dei proprietari della corte e delle famiglie che lavoravano in cascina.

Storia Cascina Corte Grande

La vita scorreva lenta, senza particolari emozioni ma il lavoro e le piccole cose della vita servivano a mantenere un’esistenza dignitosa e felice. Poi, a seconda delle stagioni, arrivavano le mondine. Ed era subito festa. Per meglio descrivere il lavoro di queste donne che un po’ da tutta Italia, ma in gran parte dal Veneto, giungevano in Lomellina per la posa delle piantine di riso e per il raccolto.
A qualche chilometro da Semiana, già in territorio di Vercelli, è stato girato il celeberrimo film diretto da Giuseppe De Santis, “Riso amaro” con una straordinaria Silvana Mangano ed un eccezionale Doris Dowling.

Immagini storiche risaie

La pellicola racconta, meglio di ogni altra scrittura, la tradizione delle donne del riso nei suoi diversi aspetti felici e drammatici. Tutto questo non poteva finire. I miei ricordi di bambino e la storia delle mie origini non potevano finire sotto un cumulo di macerie. Così ho deciso di far tornare agli antichi splendori l’odierna cascina Corte Grande come avrebbero voluto mia madre Gian Franca Muttini e mio padre Aldo. Così è stato. Oggi il mio sogno si è realizzato e ho intenzione di condividerlo con tutti voi.
Vi aspetto.

Mauro Porta